© 2010 by Viagginoriente Tour Operator

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram

Sikkim e Bhutan

Ricco di potenziali risorse naturali, il Paese ha scenari naturali e paesaggi superbi, architettura e cultura uniche nella loro purezza che, per il momento, solo poche migliaia di visitatori all'anno possono assaporare. E assaporare è la parola giusta perché il Bhutan va gustato senza fretta: il tempo non ha alcun valore lassù, nel Regno del Drago.

Programma di Viaggio​

01° GIORNO : ARRIVO a KOLKATA                                      
Proseguimento con volo di linea per Kolkata, all’arrivo disbrigo delle formalità doganali, incontro col nostro rappresentante e trasferimento in albergo e sistemazione. Nel pomeriggio, visita dei più importanti edifici coloniali, con termine al Victoria Memorial, che si visiterà anche all’interno, visita del meraviglioso India Museum e del Potter’s Village. Cena e pernottamento.

 

02° GIORNO : KOLKATA – BAGDOGRA - DARJEELING       (93 km. 3 ½ ore circa)  
Dopo la prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Bagdogra. Arrivo e proseguimento per Darjeeling che dista circa 93 km. Vi si giunge in circa tre/quattro ore di viaggio facendo un bel percorso tra immense piantagioni di tè. La città è un vero crocevia per tutte le persone provenienti dalle regioni himalaiane. Vi si trovano Nepalesi, Tibetani, Indiani oltre che visitatori stranieri. La città è giustamente famosa per il tè di ottima qualità, il settore agricolo in cui lavorano oltre 40.000 persone. All’arrivo trasferimento in albergo e  sistemazione. Pomeriggio Visita della città di Darjeeling e dei dintorni. Cena e pernottamento.

03° GIORNO : DARJEELING - GANGTOK       (110 km. 5 ore circa)           
Sveglia molto presto per vedere l’alba sulla catena himalayanae rientro in hotel per la prima colazione. Salita a Tiger Hill per visitare il monastero Ghoom. Visita del centro di rifugio Tibetano, del parco zoologico himalayano, dell’Isituto di Alpinismo Himalayano. Nel pomeriggio Proseguimento per Gangtok, capitale del Sikkim che dista circa 110 km. Vi si giunge in circa 5 ore di viaggio molto interessante attraverso una natura lussureggiante e scorgendo fantastici paesaggi himalayani. Si giunge quindi a Gangtok che si trova a 1 500 metri. Il luogo è ancora fuori dalle rotte turistiche di massa e per questo trasmette in modo immediato il senso di un’esperienza di viaggio unica ed esclusiva. Oltre che essere il punto di partenza per addentrarsi ulteriormente nella regione, Gangtok è molto interessante per le case tradizionali a forma di pagoda e i formicolanti bazar.All’arrivo trasferimento in albergo e sistemazione. Cena e pernottamento.

04° GIORNO : GANGTOK                         
Dopo la prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Gangtok. Si inizia con l’Istituto di Ricerche Tibetane, fra i più importanti centri di studio del mondo, dove si trova una biblioteca di oltre 30.000 volumi di filosofia, religione, astrologia e magia. Quindi si visitano i monasteri più importanti: quello di Rumtek e quello di Enchey che si trova in posizione dominante e da dove si può ammirare la valle ed il Kanchenjunga (8598 metri, la terza più alta vetta del mondo). Cena e pernottamento.

05° GIORNO : GANGTOK – KALIMPONG         (83 km. 3 ore circa)  
Dopo la prima colazione. Visita di Cottage Industry, il centro di studio e sviluppo dell’artigianato locale. Trasferimento a Kalimpong che si trova a 1250 metri a cavallo di un crinale e a soli 83 km. Vi si giunge in circa tre ore di viaggio attraverso foreste e colline terrazzate coltivate a tè. All’arrivo trasferimento in albergo e sistemazione. Nel pomeriggio visita dei dintorni che si distinguono per gli splendidi panorami. In particolare dalla collina di Durpin Dara, dove si trova il monastero Zong Dog Palri Fo-Brang, si gode una bella vista delle cime himalayane. Cena e pernottamento.

 

06° GIORNO : KALIMPONG – PHUNTSHOLING  (180 km. 6 ore circa)       
Dopo la prima colazione, partenza per Phuntsholing, città di frontiera con il Bhutan che dista circa 180 km. Vi si giunge in circa 6 ore di viaggio. In seguito disbrigo delle formalità di frontiera e passaggio in Bhutan, un regno fuori dal comune tra mistero e realtà che più di tutti ha potuto preservare la propria cultura, il codice etico e le tradizioni legate al buddismo Mahayana o del Grande Veicolo. Secondo questa espressione del buddismo la fede di alcuni sarà abbastanza grande da condurre alla salvezza tutta l’umanità. All’arrivo trasferimento in albergo e sistemazione. Cena e pernottamento.


07° GIORNO : PHUNTSHOLING – THIMPU   (170 km. 7 ore circa)                
Dopo la prima colazione. Il Bhutan è un Paese con un enorme quantità di edifici religiosi, dislocati quasi tutti in posizioni remote per dare ai monaci ancor più pace e solitudine. I monasteri, detti “goemba”, termine corrispondente al tibetano “gompa” sono tutti diversi tra loro pur mantenendo alcune simili caratteristiche in base all’utilizzo. Durante il tragitto (circa 170 km) visita di alcuni di questi. All’arrivo a Thimpu trasferimento in albergo e sistemazione, capitale del Bhutan, adagiata nella valle del Wang Chu. Cena e pernottamento..


08° GIORNO : THIMPU (2320m.)                                               
Giornata dedicata alla visita della bella capitale del Bhutan che sorge a 2320 metri di quota nella verde valle del Thimpu Chhu. È una bella città costruita in stile tradizionale bhutanese con splendidi edifici dalla tipica architettura riconoscibili dalle finestre finemente decorate . Visiteremo in mattinata uno dei simboli della città, sicuramente il centro religioso più importante: il Memorial Chorten, costruito negli anni ’70 in memoria del Re Jigme Dorji Wangchuck in perfetto stile tibetano. Rappresenta un punto focale per i devoti che giornalmente vengono a pregare qui e per i visitatori; imperdibili sono i bellissimi dipinti e le statue tantriche al suo interno. Nel pomeriggio visiteremo l’edificio che maggiormente caratterizza l’intera città e ne domina il paesaggio dalla sommità di una collina: il Trashi Chhoe Dzong, la “Fortezza della Religione Gloriosa”, meraviglioso ed imponente palazzo la cui costruzione iniziò nel 1216 ad opera del Lama Gyalwa Lhanangpa e continuò nei secoli seguenti con continui ampliamenti e rimodernamenti; fu poi completamente ristrutturato negli anni’60, ed oggi vi sono ubicati gli uffici del Re ed il corpo monastico. Subito fuori lo dzong, è situata la School of Arts and Crafts ove ragazzi provenienti da tutto il paese, apprendono le tecniche pittoriche e le arti tradizionali. Cena e pernottamento in hotel.

 

09° GIORNO : THIMPU – PUNAKHA  (77 km. 4 ore circa)                                    
Pensione completa : Dopo colazione proseguimento lungo la strada che va verso nord e che ci condurrà a Punakha attraversando il Dochula Pass. Punakha è oggi una città ricca di traffici commerciali, di vita culturale e di monasteri che sono il centro religioso del Paese. Visita del Punakha Dzong (XVII sec.) che conserva i massimi esempi della storia dell’arte bhutanese. Giornata dedicata alla scoperta della città e del suo dzong, il secondo del paese con un ampiezza di 180 metri di lunghezza per 72 di larghezza, risalente al XVII secolo e residenza invernale del Corpo Monastico Centrale fondato dallo Shabrung. Cena e pernottamento in Hotel.

 

10° GIORNO : PUNAKHA – PARO   (145 km. 4 ore circa)                                       

Dopo colazione, visita del Punakha Dzong, il secondo più antico del Bhutan, costruito nel 1637-38 e comprende vari templi, tra cui il Machey Lhakhang, dove si trova il corpo di Shabdrung Ngawang Namgyal e di Pema Lingpa. In seguito, attraversando un villaggio ci si reca al tempio della fertilità di Chimi Lhakhang, posto in cima a una panoramica collina che sovrasta il fiume, a metà strada tra Punakha e Wangdi. Questo tempio fu fondato dal grande Lama Kunley, “I’illuminato pazzo” il cui emblema fallico adorna l’ingresso di molte case rurali. Qui si recano le coppie sterili che, con fiducia, chiedono la grazia di avere figli. Proseguimento per Paro (2280 m). All’arrivo, sistemazione in hotel. Nel pomeriggio, inizio della visita di Paro posizionata al centro di una verdissima vallata che è un armonioso insieme di risaie, radure con salici piangenti e casette in legno. Visita del Paro Dzong, che appare come un monolite bianco che domina la valle e che fu costruito moltissimi secoli fa senza alcun progetto architettonico né chiodo. Si prosegue fino alla torre Ta Dzong, dove si visita il museo Nazionale (collezione di costumi, tessuti nazionali, pitture su stoffa thangka, argenteria, stampe, armature). Al termine delle visite, rientro in albergo, cena e pernottamento (Categoria A).

11° GIORNO : PARO  (Escursione al Taktshang Lhakang)                       

Colazione in hotel ed escursione a Satsamchorten e camminata di circa 3 ore fino al Monastero del Nido della Tigre (solo andata). Situato a 3000 m s.l.m., è uno dei più sacri siti Buddisti, si dice che qui nell'VIII secolo arrivò Guru Padmasambhava cavalcando una tigre, rimase in meditazione nella grotta per 3 mesi per allontanare demoni e spiriti. Rientro all'hotel e sosta per la visita del Tempio Kyichu, costruito nel VII secolo d.C. Pomeriggio visita al Paro Dzong, uno dei più grandi e importanti monasteri del Bhutan, costruito nel 1644 e residenza di 200 monaci. Cena e pernottamento in hotel.   

12° GIORNO : PARO – KOLKATA
Colazione in hotel e trasferimento all'aeroporto per la partenza a Kolkata con volo Druk Air. All'arrivo, trasferimento e sistemazione in Hotel. Nel pomeriggio, visita del tempio dedicato alla Dea Kali, alla quale ancora oggi qui si offrono in sacrificio animali, e del Belur Math, centro studi voluto dal grande filosofo Swami Vivekananda. Pomeriggio a disposizione per visite individuali, relax o shopping. Cena e pernottamento in hotel.


13° GIORNO : KOLKATA – ITALIA                                           
Presto la mattina trasferimento all’aeroporto internazionale e partenza per l’Italia con volo di linea.